Pasta reale di Erice

Territorio interessato alla produzione Comune di Erice e comuni limitrofi

Descrizione sintetica del prodotto Pasta di mandorle con cui si realizzano diversi dolci tipici dai celeberrimi frutti di Martorana così chiamati dal convento di Palermo, le cui suore furono le prime produttrici, all'agnello pasquale ripieno di confettura di cedro ereditato dalla tradizione religiosa ebraica. Periodo di produzione: tutto l'anno, con maggiore concentrazione nel periodo precedente il 2 novembre quando in occasione della commemorazione dei defunti vige la tradizione di regalare cesti contenenti vari dolciumi rappresentati principalmente dalla frutta di Martorana

Descrizione delle metodologie di lavorazione, conservazione e stagionatura Con mandorle pestate insieme allo zucchero (con o senza un po' di miele) legato con albumi d'uovo aromatizzando con vaniglia; si prepara l'impasto della pasta reale. Se la fusione di mandorle zucchero è fatta sul fuoco a fiamma moderata finché lo zucchero si scioglie del tutto, allora l'impasto prende il nome di marzapane, da cui verrà prodotta la frutta di Martorana

Elementi che comprovino che Ie metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni Questa pasta di mandorle così chiamata perché elaborata nelle più prestigiose cucine dei palazzi reali del regno di Sicilia, ebbe origine nelle cucine dei conventi, dove faceva parte dell'attività pasticciera dei frati e delle suore dei monasteri presenti in gran numero sulla vetta ericina

Pasta reale di Erice ©
By Italiaonline Fonte: Fotolia
Prodotto PAT
Prodotti Agroalimentari Tradizionali
Fonte Regione Sicilia

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Altri prodotti in Dolci

Sponsorizzati: