Fontina DOP

Descrizione del prodotto La Fontina DOP è un formaggio grasso a pasta semicotta, ottenuto da una sola mungitura di latte vaccino intero proveniente da bovine di razza Valdostana, Pezzata Rossa, Pezzata Nera e Castana.

Zona di produzione La Fontina DOP è prodotta, stagionata e porzionata nell’intero territorio della Valle d’Aosta.

Aspetto e sapore La Fontina DOP ha forma cilindrica, tipicamente appiattita, facce piane e scalzo concavo. La crosta è sottile, compatta e, a seconda delle condizioni di maturazione e della durata di stagionatura, varia colore, da marrone chiaro a marrone scuro, e durezza, da morbida a semidura. Al taglio la pasta è di un colore variabile dall’avorio al giallo paglierino più o meno intenso, la consistenza è morbida ed elastica con presenza di occhiature. Il sapore, dolce e delicato, si fa più intenso con il procedere della maturazione.

Gastronomia La Fontina DOP, col suo piacevole profumo di latte e la sua pasta morbida e fondente in bocca, è ottima come ingrediente per la preparazione di crostini, antipasti e primi piatti come polenta, gnocchi, crespelle, ma anche consumata da sola come semplice spuntino. Il piatto più conosciuto a cui si accompagna è la “fonduta valdostana”. Per la buona conservazione del prodotto si consiglia di coprire la parte del taglio con carta stagnola e di riporre il formaggio dentro sacchetti di nylon in frigorifero.

Metodo di produzione La Fontina DOP viene prodotta con latte vaccino da mucche che pascolano in alpeggi della Valle d’Aosta, ricchi di essenze foraggere che conferiscono al latte un’ampia gamma di aromi. Nell’alimentazione degli animali sono consentiti anche mangimi. La coagulazione del latte avviene in caldaie, in rame o in acciaio, con l’aggiunta di caglio di vitello. Con la rottura del coagulo si ottengono granuli dalle dimensioni paragonabili al chicco di mais e si fa poi la spinatura lasciando riposare almeno 10 minuti. Successivamente si estrae la pasta, la si avvolge in tele di tessuto e la si mette nelle tipiche fascere a scalzo concavo che vengono impilate e poste sotto pressa. Al primo rivoltamento delle forme è applicata una placchetta di caseina che riporta il codice identificativo della forma. Prima dell’ultimo rivoltamento vengono applicati gli stampi identificativi del Consorzio Tutela Fontina (CTF) che riportano anche un codice identificativo del produttore. Si procede all’operazione di salatura in salamoia mediante l’immissione in vasconi contenenti una soluzione di acqua e sale. Il periodo di maturazione del formaggio deve essere di almeno 80 giorni, passati i quali si può procedere alla marchiatura che certifica la DOP.

Commercializzazione La Fontina DOP si trova in commercio in forme intere, a tranci, porzionata o preconfezionata. La Fontina in forma intera pesa tra i 7,5 e 12 chilogrammi, con un diametro tra 35 e 45 centimetri e un'altezza variabile tra 7 e 10 centimetri.

Nota distintiva La particolare crosta della Fontina DOP è ottenuta rivoltando le forme ogni giorno durante il primo mese di maturazione e alternando a un giorno di salatura uno di spazzolatura.

Storia Già nel 1270 un documento nel quale sono registrati i prodotti della Valle d’Aosta riporta in elenco un formaggio prodotto con latte intero non scremato, senza però specificarne il nome. Bisogna arrivare al 1717 per trovare l’esplicita citazione di un formaggio “de Fontin” nel registro del canonico del Gran S.Bernardo. Il nome è di origine incerta, potrebbe indicare un alpeggio famoso per la bontà dei formaggi, o riferirsi a una famiglia, i “de Fontines”, il cui nome si trova di frequente in documenti locali, o derivare dal termine francese antico “fontis” o “fondis”, a indicare la particolare capacità della pasta di questo formaggio di fondersi col calore. La fontina è stata prodotta per secoli direttamente in alpeggio e solo nell’Ottocento si costituirono le latterie turnarie, per mettere in comune il latte da lavorare. Ai reali di Savoia erano destinate le forme migliori, che in particolari occasioni diventavano il dono per regnanti di altri paesi.

Fontina DOP ©
Fonte: Italiaonline
Prodotto certificato DOP
Denominazione di Origine Protetta
Scopri i produttori

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

  • Consorzio

    Consorzio Produttori e Tutela della Dop Fontina
    Regione Borgnalle, 10L
    AOSTA
    0165 44091

Fonte Edizioni Pubblicità Italia

Fontina DOP - Valori Nutrizionali (Valori per 100g di parte edibile)

  • Parte edibile (%): 100
  • Energia (kcal): 343
  • Proteine (g): 24.5
  • Lipidi (g): 26.9
  • Colesterolo (mg): 82
  • Carboidrati disponibili (g): 0.8
  • Zuccheri solubili (g): 0.8
  • Amido (g): 0
  • Acqua (g): 41.1
  • Alcol (g): 0
  • Fibra totale (g): 0
  • Tiamina (mg): 0.01
  • Riboflavina (mg): 0.45
  • Niacina (mg): 0.2
  • Vitamina A retinolo eq. (mcg): 420
  • Vitamina C (mg): 0
  • Vitamina E (mg): 0.62
  • Sodio (mg): 686
  • Potassio (g): 0
  • Ferro (mg): 0.3
  • Calcio (mg): 870
  • Fosforo (mg): 561
  • Magnesio (mg): 27
  • Zinco (mg): 4.25
  • Rame (g): 0
  • Selenio (g): 0
Proteine
Alcol
Carboidrati
Lipidi
Fonte Inran

Ricette con Fontina DOP

Altri prodotti in Formaggi e latticini

Sponsorizzati: