Castagnole

Territorio interessato alla produzione Regione dell’Umbria.

Descrizione sintetica del prodotto Gnocchetti fritti imbevuti di alchermes o cosparsi di miele o zucchero. Esistono due varianti: a) morbide (impasto lento e cremoso); b) dure (impasto morbido ed elastico).

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura Ingredienti: farina di grano tenero, uova, mistrà o rhum, buccia di limone grattugiata, olio di semi oppure olio d’oliva oppure burro, un pizzico di lievito chimico, strutto di suino per la frittura.

Lavorazione Gli ingredienti vengono lavorati a mano o in impastatrice fino ad ottenere un composto fluido e cremoso. Il composto va coperto e lasciato riposare per circa 15 minuti. Si versa poi l’impasto a cucchiaiate nello strutto bollente; durante la cottura, le castagnole devono aumentare di volume. Infine, vengono scolate su carta assorbente e cosparse di alchermes, miele o zucchero a piacere.

Conservazione Il prodotto fresco va conservato ad una temperatura di circa 6°/8° C per 2/3 giorni al massimo.

Materiali e attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e il condizionamento ? Contenitori e mestoli in acciaio; ? Friggitrice o padella per friggere; ? fuochi; ? carta assorbente; ? vassoi per alimenti.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura ? Laboratorio di pasticceria, con spazio adibito alla frittura; ? Negozio di vendita con bancone espositore.

Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni ? MENICHETTI P.L., MENICHETTI PANFILI L., Vecchia cucina eugubina, Ikuvium, I edizione, 1976; ? Comunità Montana dei Monti Martani e del Serano, Spoleto e la memoria in cucina. (Da una rielaborazione di una monografia commissionata dall’Azienda di Promozione Turistica di Spoleto alla Prof.ssa Maria Rutilia Coccetta in occasione del Carnevale 1986).

Storie e costume A) Cenni storici Le castagnole prendono il loro nome dalla forma piccola e arrotondata a forma di castagna. B) Referenze bibliografiche ? COPPINI Remo, Umbria a tavola – aneddoti, folclore, tradizioni, usanze e… ricette, Ed. Guerra, Perugia, 1983. ? Regione dell’Umbria – Assessorato Agricoltura e Foreste, Caccia e Pesca, Umbria, sapori e saperi, 1999. ? MENICHETTI P.L., MENICHETTI PANFILI L., Vecchia cucina eugubina Ikuvium, I ed., 1976; ? Comunità Montana dei Monti Martani e del Serano, Spoleto e la memoria in cucina. (Da una rielaborazione di una monografia commissionata dall’Azienda di Promozione Turistica di Spoleto alla Prof.ssa Maria Rutilia Coccetta in occasione del Carnevale 1986). C) Aneddoti D) Proverbi - durante il periodo di Carnevale. Altre informazioni

Castagnole ©
By Italiaonline Fonte: Fotolia
Prodotto PAT
Prodotti Agroalimentari Tradizionali
Fonte Umbria

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Altri prodotti in Dolci

Sponsorizzati: