Capperi del Gargano

Nome geografico abbinato Mattinata

Territorio interessato Gargano

Provincia Foggia

Descrizione sintetica prodotto Popolazione autoctona di capperi "Capparis spinosa", caratterizzati dal bocciolo di color verde intenso. Pianta tipica dell'areale garganico a portamento cespuglioso, ha i rami esili e penduli, con foglie spesse e tondeggianti, accompagnate da due stipole spinose; i fiori ampi e odorosi, a 4 petali bianchi e numerosi stami rosei. I frutti (bacche) in forma di piselli piuttosto grandi.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura La produzione di ogni anno ha inizio alla fine di maggio e va avanti anche fino a metà settembre. I boccioli vengono raccolti prima che fioriscano. Poi sono messi a maturare in salamoia, ricoperti abbondantemente di sale marino grosso e mescolati continuamente per alcuni giorni.

Materiali, attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e il condizionamento Recipienti in acciaio inox ed in plastica, sale.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione, stagionatura Locali idonei alla conservazione dei prodotti alimentari.

Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni Prodotto storicamente legato al territorio del gargano. Citazioni: -"Il Gargano" del 1858 ed edito da stabilimento poligrafico di Tiberio Pansini; -"Mattinata" del 1967 sulla rivista la nuova Matinum di Salvatore Principe.

Aspetti relativi alla sicurezza alimentare del processo Tutte le attrezzature usate per la manipolazione sono per uso alimentare.

Capperi del Gargano ©
By Italiaonline Fonte: Fotolia
Prodotto PAT
Prodotti Agroalimentari Tradizionali
Fonte Regione Puglia

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Altri prodotti in Frutta fresca e secca

Sponsorizzati: