Carciofini sott'olio

Categoria del prodotto Prodotti vegetali allo stato naturali o trasformati

Aree di rinvenimento del Prodotto Intera provincia di Latina

Descrizione del prodotto Carciofi di piccole dimensioni. calibrati e privati delle foglie, sottoposti a bollitura con acqua, acido citrico ed aceto. Il trattamento avviene alla temperatura di 95°-96°C circa per tempi variabili a seconda della grandezza del carciofo. Una parte del prodotto viene passato nel grigliatore per la produzione di carciofini arrosto. Per i carciofini sott'olio il confezionamento avviene in vasetti di vetro o in latte.

Materiali utilizzati nella tradizione locale Macchina calibratrice, tornitrice e defogliatrice. Cuocitori, pastorizzatori e vari contenitori.

Locali utilizzati nella tradizione locale Laboratorio aziendale.

Elementi di tradizionalita' del processo produttivo Metodologia di preparazione.

Storia tradizionale del Prodotto La preparazione dei carciofini sott'olio, che vanta un'antica tradizione, era un'attività molto praticata presso il comune di Priverno e zone limitrofe. La lavorazione era piuttosto particolare: si lessavano i carciofini in una piccola "caldarella" con acqua ed aceto, si lasciavano ad asciugare sopra grossi panni e quando erano ben asciutti si mettevano dentro buste di plastica per andare a venderli a Roma. In passato era un'attività che le famiglie svolgevano sotto casa o in cantina; bastava una semplice domanda al Comune per ottenere la necessaria autorizzazione. Oggi la lavorazione avviene a livello industriale nelle numerose aziende presenti sul territorio.

Tipologia produzione Attiva

Periodo di produzione Tutto l'anno

Mercato di riferimento Da locale ad extraregionale

Carciofini sott'olio ©
Fonte: Italiaonline
Prodotto PAT
Prodotti Agroalimentari Tradizionali
Fonte ARSIAL Regione Lazio

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Altri prodotti in Verdura, funghi e spezie

Sponsorizzati: