Agnello alla piacentina

Nome del prodotto, compreso sinonimi e termini dialettali Agnello alla piacentina, agnel äla piasinteina

Categoria Piatti composti

Territorio interessato alla produzione Prodotto tipico di tutta la provincia di Piacenza.

Tecniche di produzione (metodiche di lavorazione, conservazione, stagionatura, ecc) Si taglia a pezzi la polpa di agnello e la si fa rosolare con olio, burro, cipolla tritata.
Appena la carne prende colore, si aggiunge una pistà ad gràss (ossia un trito di lardo, aglio e prezzemolo). Si bagna con poco vino secco e si lascia evaporare. Si uniscono, poi, poco pomodoro, sale, pepe e se occorre, qualche cucchiaio di brodo perché non asciughi troppo. Si copre e si lascia cuocere a fuoco lento.

Materiali e attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione, il condizionamento o l'imballaggio dei prodotti E' sufficiente disporre di una normale attrezzatura da cucina

Materia prima (caratteristiche del prodotto) Polpa di agnello, olio, burro, cipolla, aglio, lardo, prezzemolo, sale, pepe, poco brodo.

Storia accertata E' una ricetta di antica origine molto diffusa sul territorio. E' di rito per Pasqua.

Referenze bibliografiche V. Buonassisi "breviario della cucina piacentina" Mottagrill Somaglia Lodi 1969 formato tascabile 19x7. Pag5
Artocchini C. 400 ricette della cucina piacentina,editore Gino Molinari. Piacenza 1977, pag. 69

Agnello alla piacentina ©
By Italiaonline Fonte: Thinkstock
Prodotto PAT
Prodotti Agroalimentari Tradizionali
Fonte Regione Emilia Romagna

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Altri prodotti in Piatti tipici

Sponsorizzati: