Actinidia

Nomi locali e suoi sinonimi Actinidia deliciosa ferguson

Categoria del prodotto Prodotti vegetali allo stato naturali o trasformati

Aree di rinvenimento del Prodotto Artena (RM), Lanuvio (RM), Ardea (RM), Aprilia (LT), Cisterna di Latina (LT), Cori (LT), Latina (LT), Pontinia (LT), Priverno (LT), Sabaudia (LT), Sermoneta (LT), Sezze (LT)

Descrizione del prodotto Bacca con polpa verde smeraldo a buccia marrone chiaro, tomentosa morbida, dal peso commerciale oscillante da 70 a 200 g. Le forme di allevamento adottate sono il tendone e/o la pergoletta. I frutti vengono lavorati nei centri di raccolta, calibrati meccanicamente e conservati a bassa temperatura.

Materiali utilizzati nella tradizione locale Attrezzature agricole.

Locali utilizzati nella tradizione locale Capannoni per la lavorazione post-raccolta ed ambienti di refrigerazione.

Elementi di tradizionalita' del processo produttivo La provincia di Latina è tra le prime ad ospitare impianti specializzati nella coltura dell'actinidia a partire dai primi anni '70.

Storia tradizionale del Prodotto Nel 1971 venne realizzata una piantagione sperimentale a Borgo Montenero di San Felice Circeo, mentre nel 1974 a Borgo Flora si misero a coltura i primi due ettari, descritti in un articolo della rivista "Pontina Informazione" edita dalla Camera di Commercio di Latina nell'anno 1975. Anche il mensile "Italia Agricola" della casa editrice Reda, nel 1975, pubblicò un articolo sull'actinidia della provincia di Latina.

Tipologia produzione Attiva

Periodo di produzione La raccolta del frutto avviene tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre.

Mercato di riferimento Da locale a regionale.

Actinidia ©
By Wendy Cutler via Flickr CC BY-ND 2.0
Prodotto PAT
Prodotti Agroalimentari Tradizionali
Fonte ARSIAL Regione Lazio

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Altri prodotti in Frutta fresca e secca

Sponsorizzati: