Granseola, questo è il momento migliore per portarla in tavola

Tipico crostaceo della cucina veneziana, sapevate che la granseola dà il meglio di sé tra dicembre e febbraio? In questo periodo è più saporita, approfittatene per gustarla al massimo della bontà in succulenti ricette.

Alla veneziana o alla triestina?

Rinomata quasi quanto l’aragosta, la granseola (o granceola) è una particolare varietà di granchio di grosse dimensioni, si pensi infatti che questo crostaceo può arrivare a misurare 25 cm di lunghezza, 18 cm di larghezza e ben 500 g di peso. Il suo nome deriva dall’unione di due termini veneziani: granso (granchio) e seola (cipolla). Oltre a essere molto buona, è nutriente e poco grassa, a tutto vantaggio di chi è attento alla linea, inoltre contiene potassio, fosforo e sodio. Non richiede ricette complesse, l’unica difficoltà consiste nel rimuovere la polpa dal carapace. Fate attenzione alla freschezza: acquistatela viva per esserne certi e consumatela in giornata, oppure compratela surgelata e mangiatela entro 24 ore dallo scongelamento. Indipendentemente da come la volete cucinare, come prima cosa lessatela in acqua bollente, poi procedete a intaccare la corazza per estrarre la polpa, senza dimenticare di aprire anche le zampe per prelevarne la parte edibile. Essendo tanto prelibata, si prediligono preparazioni poco elaborate che ne lascino quanto più possibile intatte le caratteristiche. In genere si gusta in insalata oppure diventa ingrediente principe di squisiti sughi con cui condire pasta o riso. Una volta tolta la polpa, quel che resta del guscio e delle zampe può essere usato per preparare un fumetto da usare all’occorrenza in cucina. Le ricette più classiche sono quelle alla veneziana e alla triestina. Nella prima preparazione, salutare e delicata, è semplicemente condita con olio, limone, prezzemolo, sale e pepe. Nella seconda viene gratinata al forno con del pangrattato. Volete provare a cucinarle in questi modi? Cliccate nei link che seguono per leggere le relative ricette:
Granseola al limone
Granseola alla triestina

Seguici su Facebook e scopri il meglio della tavola italiana

Potrebbe interessarti anche